venerdì 21 gennaio 2011

L'università delle salite pontine: la Ciana.


con il 34/23








6 km con pendenza costante tra il 9 e 10% con tratti anche fino al 18%......una salita per pochi, una salita che si fa con il cuore e l'anima.....mordendo sul manubrio. Molto utile per rifinire la preparazione e/o per terminare l'uscita di allenamento. Aggiornamento del post con nuove foto:


Ancora foto dalla Ciana......
Per giri ciclistici guidati inviare email a

5 commenti:

  1. Ciao Claudio,
    sono un ciclista di Roma, e spesso l'estate pedalo anch'io sulla panoramica di Sperlonga e su molti dei posti che ho trovato sul tuo blog (nostalgia dell'estate).
    Questa salita, la Ciana, però non la conosco e devo dire che mi incuriosisce.
    Dove si trova esattamente e che tipo di salita è?

    Ti saluto e ti faccio tanti complimenti per il blog.

    Marco

    RispondiElimina
  2. Grazie. Bisogna che tu arrivi fino al cimitero di Terracina e 50 metri prima devi svoltare a dx seguendo le indicazioni La Ciana.
    E' molto dura. Non perdona.
    Ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Claudio,
    ecco qua, ho ripescato il thread attraverso il quale ti avevo chiesto indicazioni sulla strada della Ciana, correva l'anno 2011.
    Ci siamo incrociati sabato sull'appia da Fondi poco prima di Terracina, e ti ho riconosciuto.

    Un saluto
    Marco

    RispondiElimina
  4. sono di roma ma ho una casa tra s.felice e terracina dove sin da piccolo passo parte dell'estate.
    anche quest'estate la Ciana è stata spesso inserita nelle mie uscite mattutine all'interno di percorsi diversi di volta in volta.
    è una salita davvero impegnativa che non perdona. seppur non eccessivamente lunga va affrontata con saggezza, consapevolezza delle proprie forze e condizione fisica altrimenti ti fermi prima di scollinare. nei tratti finali vicini al 20% è davvero tostissima e l'ultima rampa mi ritrovo quasi sempre ad andare su col 34-29 di rabbia e tenacia giurando a me stesso che è l'ultima volta che mi arrampico quassù, ma poi che goduria quando scollini, in poche pedalate "riprendi conoscenza" e pensi che è la salita più fica del circondario...poi l'indomani te ne vai su a Camposoriano, poi fino su all'osservatorio del Circeo, e il giorno dopo ancora ti ritrovi un'altra volta a sputare sudore sulla Ciana che se vuoi una salita vera nel circondario c'è solo lei
    un saluto, Mattia

    RispondiElimina
  5. Ciao Marco e ciao Mattia. Buone pedalate.

    RispondiElimina